Il Numero Cinque: il Coniglio alla Cacciatora di Ginestra

coniglio alla cacciatora (ginestra)


il coniglio alla cacciatora



Ok, confesso: temevamo un altro dolce. Tant'è che le dita incorciate le abbiamo tenute fino all'ultimo, sondando il terreno e lanciando vaghe allusioni alla opportunità di variare, di accontentare anche i non pasticceri and so on. Ma Ginestra aveva le idee chiare: un secondo- e di carne- e di lenta preparazione, come si conviene alla stagione e al clima: alla fine, la scelta è caduta su un piatto di robusta tradizione, trasversale alla Penisola, che parla della cucina di una volta, fatta di ingegno, di amore, di materie prime, di attenzione e di cure sempre più travolte dalla frenesia dei tempi moderni. La versione di Ginestra è quella della sua terra, la Sicilia, con capperi, pomodoro, olive verdi e tante spezie, connotata dai prodotti del territorio in modo marcato ed inequivocabile: ma ogni regione, anzi: ogni città ha la sua ricetta e l'invito sotteso alla sfida di questo mese è proprio quello di darsi da fare a scavare nel proprio passato, scartabellando fra vecchi ricettari e antiche usanze e partire da qui: sia per riproporre l'antico, sia per riattualizzarlo, in forme nuove.
La ricetta di Ginestra è qui.
Qui, invece, le regole di questo mese

ingredienti: il coniglio, ovviamente, ed il vino, inteso però come sostanza alcolica. Quindi, potete spaziare: dal bianco, al rosso, al liquoroso, tutto quello che vi suggerisce la vostra fantasia può andar bene: l'essenziale è che una nota alcolica ci sia.

importantissimo:
richiamo qui il regolamento, non tanto a scanso di contestazioni (qui sopra? ma quando? ma dove? ma perchè?) quanto perchè finalmente posso dare un senso a tutto il tempo chi ci ho speso sopra e tirarmela da Signora del Comma.

"- è possibile sostituire gli ingredienti
  • se si soffre di particolari intolleranze o allergie
  • se essi sono di difficile reperibilità
  • in casi particolari, la variazione dovrà comunque essere resa nota nella ricetta: le motivazioni di detta scelta possono essere omesse
In ogni caso, sarà necessaria una previa autorizzazione da parte delle coautrici del blog"

Quindi, per i nostri amici che abitano fuori dai confini dell'Italia (difficile reperibilità) o chi è vegetariano (cai particolari), la sostituzione del coniglio è ammessa. E' però indispensabile che ci si metta d'accordo prima con la Giuria e- soprattutto- che non si stravolga la natura del piatto. Se si usano altri tipi di carne, bisogna comunque rispettare il procedimento e lo stesso se si sceglie la soluzione vegetariana. E' chiaro che tutto va nella direzione di un arricchimento della sfida e che, dopo aver letto le vostre richieste siamo qui che non stiamo più nella pelle a vedere cosa tirerete fuori da un pezzo di renna o dal tofu: per cui, non solo si ammettono, ma si attendono con ansia, queste variazioni.


tecnica obbligatoria: la marinatura. Rientra a pieno titolo nelle tecniche usate per valorizzare al massimo il gusto di carni povere e dal sapore poco marcato, come appunto il coniglio e per questo abbiamo voluto mantenerla. I tempi e gli ingredienti li lasciamo a voi.

c. date
non prima del 13 novembre, non oltre il 28 novembre, incluso. Le ricette che verranno pubblicate prima o dopo queste date, saranno ritenute fuori concorso

d. modalità di pubblicazione

Gli amici senza blog, mandano la loro ricetta con foto a mtchallenge@gmail.com. Vi chiederei cortesemente di non ridimensionare la fotografia: ci pensiamo noi, senza problemi.

I food blogger, invece, devono mettere un doppio link: alla pagina di Ginestra per la ricetta, e a noi per tutto il resto. Poi, come al solito, appena pubblicate ci avvisate con un commento qui sotto, lasciando il link al vostro blog etc etc
in ogni caso, è tutto qui

e. Giuria: condividere l'arduo compito della giurata, toccherà a Ginestra, questa volta: superfluo aggiungere che sarà durissima e che mai come in questo caso benediciamo il giorno in cui ci è venuta l'idea di invitare a far parte della giuria il vincitore. In ogni caso, lei è una tipa tosta temprata dalle gioie della maternità di Scalpo Ostinato e siamo certi che saprà superare alla grande anche questa prova. E se avete qualche dubbio, mettetela alla prova...

Domande, dubbi, perplessità et similia o qui sotto o a mtchallenge@gmail.com
Commenta il post