Il Numero Due - La Pasta alla Norma di Muscaria



pasta alla norma




Sinceramente, avrei voluto aspettare ancora un giorno o due: perchè è vero che ogni gioco ha le sue regole e tutti i giochi vogliono che si rispettino, però è ancora più vero che se c'è un intoppo di natura umana tutto il resto è secondario. A maggior ragione se chi sta intoppato è la nostra amica Muscaria, a cui questo blog è particolarmente affezionato per la simpatia, l'originalità, il senso dell'umorismo così british che la contraddistingue e che ne fa la genovese e genoana più forte dell'intera blogsfera.
Prima che scriviate a Chi l'ha Visto, vi dico subito che l'abbiamo trovata: non è al massimo della forma, però (che si sia impegnata troppo nella sfida???) e quindi in questi giorni non ha potuto cucinare nè potrà farlo nei prossimi. Di rimandare a tempi migliori, però, non se ne è neanche parlato: al pari di tutti gli artisti, anche per lei the show must go on e chissenefrega se questa è una sfida fra amici, dove si gioca per divertirsi e niente di più.
"cosa hai di pronto?" è stata la domanda. E quando le ho detto che ci sarebbe stata una pasta alla Norma, ha aggiunto: " dai, perfetta: così la Stefania si può sbizzarrire con qualcosa che conosce alla perfezione... chissà cosa ci tirerà fuori, stavolta".
Capite cosa intendo dire, quando benedico il giorno in cui abbiamo aperto questo blog?
Non finiremo mai di ringraziarvi, tutti.
Un bacione a Muscaria: il nostro in bocca al lupo per la sfida del mese è tutto per lei.


MTCHALLENGE LUGLIO
PASTA ALLA NORMA

<a href="http://www.flickr.com/photos/menuturistico/4762679821/" title="pasta alla norma di menù turistico, su Flickr"><img src="http://img.over-blog-kiwi.com/0/58/90/97/ob_ca0a42_4762679821-905922a298-z.jpg" width="640" height="426" alt="pasta alla norma"></a>

Catania o Messina? E pasta corta o pasta lunga? io ho sempre pensato che fosse un piatto di origine catanese, visti i riferimenti inequivocabili a Vincenzo Bellini e che ci andassero gli spaghetti o i bucatini, ma, dopo una veloce ricerca sul web, sono dispostissima a ricredermi. Quello su cui non discuto, però, è l'assoluta bontà di questo piatto, uno dei più tipici e dei più ricchi della tradizione siciliana che oggi è al primo posto nelle preferenze gastronomiche degli Italiani, prima della fiorentina e dei pizzoccheri. Potevamo non farne l'oggetto della sfida dell'MTChallenge? Certo che no, è la risposta, per cui mettetevi ai posti di partenza e cominciamo

da Alba Allotta- La Cucina Siciliana, Newton Compton Editori

per 4 persone
400 g di bucatini
1 melanzana
100 g di ricotta salata
1,5 kg di pomodori maturi
2 spicchi d'aglio
1 mazzetto di basilico
olio EVO
sale e pepe

Lavate i pomodori e tuffateli in una terrina con acqua calda, per una decina di minuti. Pelateli, privateli dei semi e tritateli grossolanamente: poi, trasferiteli in un tegame in cui avrete fatto imbiondire l'aglio con un filo d'olio. Aggiungete le foglie di basilico, una presa di sale e una spolverata di pepe, poi mescolate e lasciate addensare il sugo su fiamma moderata.
Sciacquate la melanzana, tagliatela a dadini e fatela riposare in un colapasta, cosparsa di sale, per un'ora. Quindi, friggetela in olio caldo.
Lessate la pasta in acqua bollente salata, scolatela al dente e versatela nel tegame con la salsa. Mescolate con cura e aggiungete le melanzane, una manciata di foglioline di basilico e la ricotta salata a scaglie.




Gli ingredienti obbligatori stavolta sono tre
pasta ( di qualsiasi formato: ovviamente, i celiaci possono fare tutte le variazioni del caso)
melanzane
pomodoro

Le tecniche di cottura, invece, sono tutte in mano vostra: potete friggere, grigliare lessare, cuocere al vapore, come no.

Le ricette devono pervenire NON PRIMA DEL 13 LUGLIO E NON OLTRE IL 28 LUGLIO: dovranno essere pubblicate sul vostro blog, con l'indicazione dell'MTchallenge e dovrete poi lasciarci il link sotto questo post, in modo da potervi segnalare in HP.
Chi non ha un blog, può spedire la ricetta con foto a mtchallenge@gmail.com, anche prima della data di inizio: a pubblicarla nei tempi e nei modi giusti ci penseremo noi.

Riepilogo delle regole

la sfida è aperta a tutti, food blogger e anche no: ci si impegna a partecipare a tutte le dieci sfide, con la possibilità di saltanre due, previa comunicazione. Altrimenti, vi diamo per concorrenti.

non è obbligatorio reinterpretare, anzi: potete benissimo ripetere la ricetta, così come vi è stata indicata, oppure darci la vostra versione. Chissà quante Paste alla Norma esistono, nelle vostre case: questa è l'occasione per farle conoscere a tutti. Se decidete di reinterpretare, avete l'obbligo di rispettare gli ingredienti e/o le tecniche di cottura che vengono indicate via via.

Il vincitore verrà giudicato dalle coautrici di menuturistico: siamo entrambe corrittibili e abitiamo pure vicino: quindi, con una sola spedizione ve la cavate :-). La proclamazione avverrà il I agosto.

Il vincitore dovrà proporre la ricetta per la sfida del mese successivo: il nostro consiglio è di tenervi pronti con una ricetta a vostra scelta, perchè dalla proclamazione alla pubblicazione del piatto della sfida passano appena cinque giorni e non è detto che ce la si possa fare, in così poco tempo.

per tutte le altre informazioni, basta scriverci a mtchallenge@gmail.com

E ora, ai fornelli!
ciao
Ale& Dani
Commenta il post