Orsù, Community!


... mica stavate pensando di starvene con le mani in mano, no? e mica vi sarete fatti contagiare dal calendario della scorsa sfida, per cui il Sabato, a parte intrecciare un'ottantina di pani dolci con altrettanti ripieni diversi, per il resto si riposa? Qui c'è un blog da riempire- e prima ci si organizza e meglio è. 
Ieri, luuuungo briefing con la Dani, con il seguente ordine del giorno
a. l'idea è venuta a te- no, a te!- te possino (questo, in coro)
b. se lo dici a Giulio/Franco, ti uccido
c. e adesso, che si fa?

La risposta è quella che ci siamo sempre date, in questi casi: una bella spremuta di neuroni, giusto per arrivare al succo della faccenda: che, lo ripetiamo, prevede che questo blog sia animato da tutti quelli che lo desiderano, previo ovvio coordinamento con noi due, secondo una serie di appuntamenti diversi fra loro,ma con un'unica matrice ed un unico scopo: approfondire il variegato mondo dell'MTC. 

Ovvio che queste pagine serviranno per meglio seguire la gara e per meglio valorizzare i vostri contributi. Ma il web offre comunque troppe opportunità, per non coglierne almeno qualcuna. E l'MTC è uno scrigno di tesori, non fosse altro che per lo spessore delle ricette che abbiamo affrontato in questi anni e per la qualità della partecipazione che ci avete sempre accordato, tutti, nessuno escluso. E così, in questi due mesi  di prova (novembre, per capire se e come funziona il meccanismo della gara in sè, dicembre per testare le rubriche), ci mettiamo sotto, come si dice a Genova, rendendo pubbliche le nostre riflessioni e creando una sorta di laboratorio altrettanto pubblico e condiviso, di scambio, confronto e - fatemelodirefatemelodirefatemelodire- "valutazione delle risorse e fattibilità dei progetti". 

In concreto: abbiamo pensato ad un tot di rubriche di approfondimento, che ci piacerebbe fossero condivise con tutti voi, trasformandovi non più in semplici lettori, ma in veri e propri "contributors" (e anche questa, è stata detta), secondo un calendario e una programmazione ben definita. Ma mi sa che me la cavo meglio con gli esempi. 
Prima, però, una precisazione importante: la partecipazione a questo blog  è aperta a tutti, non solo a chi gioca ogni mese all'MTC. Sappiamo che il nostro gioco è seguitissimo e che sono in tanti a restare a bordo campo a fare il tifo. Gli stessi che magari provano le varie ricette a casa, ma non osano gettarsi nell'arena. Se vi fa piacere contribuire a questo blog, qui c'è davvero posto per tutti. 

E ora, vai conle rubriche in fieri

1. Prima rubrica: "quante volte, fratello?"
Ovvero, che fine hanno fatto le 24 ricette degli emmetichallenge passati? Le avete replicate? tali e quali, o con qualche modifica? Se potete rispondere di sì ad almeno una delle ultime due domande, potete aiutarci: fotografate la tortilla che vi è rimasta nel cuore, il soufflé glacé che piace così tanto a vostro marito, la Pasqualina che allieta tutti i pic nic in primavera e raccontateci tutto quello che ruota intorno alla ricetta che avete scelto: sarà un modo per riallacciare discorsi rimasti a metà e che, in molti casi, avrebbero avuto bisogno di ben più di due settimane per essere sviscerati come meritano. 

2. Seconda rubrica: "mia mamma lo fa meglio"
E' capitato, soprattutto con le ricette di tradizione, di imbattersi in versioni differenti da quelle di casa nostra. Tanto che uno degli aspetti migliori della partecipazione al nostro gioco riguarda proprio l'umiltà con cui si mettono da parte i ricettari delle nonne e ci si mette alla prova con ciò che è diverso, senza preconcetti, ma solo con un grande desiderio di conoscere e di apprendere. Chapeau, ogni volta: ma è indubbio che poi tutto questo patrimonio personale finisca per esaurirsi in un accenno all'inizio del post, col rischio di passare inosservato. E quindi, perchè non provare a raccogliere anche le altre varianti di coniglio alla cacciatora, di pasta alla Norma, di tagliatelle, di torte di mele, tanto per citare le prime ricette che mi vengono in mente? Sarà un modo per condividere il proprio sapere, per approfondire le proprie conoscenze e per far rivivere una tradizione della quale i quadernetti delle nostre nonne costituiscono un anello importante e mai troppo valorizzato. 

3. Terza rubrica: "c'era una volta..."
Questa, è tosta. Ma vi assicuriamo supporto e sostegno, se ne doveste avere bisogno. L'interesse per la storia che c'è dietro un piatto è cosa nota, oltre che pregevolissima. Ed è vero che spesso sono gli stessi vincitori che corredano la loro ricetta di annotazioni storiche precise ed esaurienti. Ma non è detto che sempre ci si riesca: la tempistica di questo gioco è incalzante ed è ovvio che si preferisca dar spazio alla parte tecnica della spiegazione della ricetta che non a quella teorica. Per cui, se qualcuno avesse voglia di approfondire questa parte, in tutti i suoi aspetti, anche meno noti, anche meno evidenti (penso, per esempio, alla storia di un ingrediente o di una tecnica, o ai meravigliosi retroscena del nostro calendario, dalle festività religiose e laiche), ha carta bianca. 

4. Quarta rubrica: "l'erba del vicino"
Ovvero, tutte le versioni collaterali della ricetta della sfida. Per esempio, ai tempi della Pasqualina, avevo trovato tre ricette di torte di bietole dolci: una era la famosa "torta dei becchi", della Lucchesia; l'altra era una torta nizzarda, con le bietole e le mele, e la terza non me la ricordo più, ma mi sembra fosse svizzera. Lo stesso avevo fatto col budino di Apicio, se vi ricordate. E pensate a che cosa sarebbe successo se queste ideone ci fossero venute in mente ai tempi del coniglio alla cacciatora o dell'apple pie... ci si sarebbero aperti infiniti mondi, come minimo. E son questi quelli che vorremmo esplorare qui sopra, assieme a voi. 
N.B. questa rubrica è diversa dalla numero 2: nella prima, la proposta è di condividere le varianti della stessa ricetta, con un aggancio visibile alla territorialità e alla natura del piatto: per dire, mia nonna siciliana faceva così il coniglio alla cacciatora. La seconda, invece, vuole essere un'incursione nei diversi modi in cui un determinato piatto può essere preparato, senza nessun riferimento al suo territorio e alla sua natura. Il coniglio in casseruola può diventare un coniglio alla ligure, per esempio, o un coniglio in agrodolce langarolo oppure un pasticcio medievale di coniglio: insomma, qui potete esprimervi come volete, in un dialogo constante nello spazio e nel tempo.

4. quarta rubrica (suggerita da Gianni) : ho perso qualche cosa? 
Ovvero , gli MTC a cui non avete partecipato, ma che avete recuperato successivamente, fuori tempo massimo. Questa è riservata ai concorrenti fedeli (e ce ne sono: abbiamo amici che giocano sin dai tempi della tortilla), ma anche a chi se le è perse tutte, per timidezza o timore di non essere all'altezza: noi lo diciamo sempre, che la cosa migliore è buttarsi. E questo potrebbe essere un buon modo per provarci

Poi, ovviamente, ci sarà tutta la parte leggera e divertente (le interviste, per dirne una) e vi terremo informati anche su questa. 
Ma per ora, vi chiediamo di riflettere un po' su queste idee e di valutare se e in che modo vi va di aiutarci. Va da sè che lavoreremo sempre assieme, esattamente come accade per l'MTC- e che lo spirito di questo blog dovrà essere lo stesso: di condivisione, di cooperazione, di entusiasmo, di curiosità, di umiltà, di bravura, di impegno , tutte qualità che hanno fatto grande il nostro gioco e che vorremmo facessero grande anche questo blog.

Con che faccia vi posso augurare buon fine settimana, è roba su cui preferisco non farmi domande :-)
ale

ps. se volete collaborare con noi, basta che vi immoliate con una dichiarazione scritta col sangue qui sotto, nei commenti- oppure che ci scriviate una mail al solito mtchallenge@blogspot.com

ppss: da domani, attacchiamo con gli indizi (a proposito di parte leggera e divertente- per me, sia chiaro....)



Commenta il post

Francy BurroeZucchero 11/08/2012 14:02

Anche io ci sono! non so ancora bene ma penso sulla rubrica n.5 proposta da Gianni (a propostito, nel post è scritto due volte 4. quarta rubrica).
Ho iniziato l'MTC con le tagliatelle e mi sono persa un bel pò di sfide.
Comincerò a sfogliare questo bellissimo diario a ritroso, guardando le ricette percedenti e..mi metto all'opera!
Poi se posso farò incursioni anche in altre rubriche, ok? prima di sapere cosa fosse l'MTC feci ad esempio una apple pie con la frangipane all'interno.. può essere una cosa sensata mandarvela?
baci baci!

Valeria 11/06/2012 12:57

Semplicemente geniale, voi siete geniali! E potervi aiutare in qualche modo sarà un grosso piacere, io ci sono! Buona giornata!

veronica 11/05/2012 23:18

e no ancora non firmavo eccomi qui ^.^ presente

Alessandra Gennaro 11/05/2012 15:24

a presto anche a te, ciao!

Alessandra Gennaro 11/05/2012 15:24

e noi adoriamo te, flaminia, ma per davvero. Perchè la gratitudine che abbiamo verso gli "anche no" è enorme e passa attraverso il riconoscimento di una volontà e di un impegno maggiori rispetto agli altri concorrenti, dato dalle ovvie remore di chi non ha la consuetudine col mezzo che solo un blog può dare.
Aspettiamo le tue idee e se ti fa piacere scriverci per parlarne un po', ci siamo!
gazie ancora