MTC n.33: Il Tema del Mese- Colazione da Me!

pizzelle loredana

di Loredana Carrieri- La Cucina di Mamma Loredana

 

Oggi punto sulla tradizione ovvero "colazione all'abruzzese".

Ebbene si, qui la pizzella, o ferratella dai cugini molisani, o neola per il resto d'Italia, va alla grande.

La si trova nei forni, nelle pasticcerie, nei bar arrotolata e farcita di marmellata (come da tradizione) o di nutella (come da golosità :-) ) da accompagnare al cappuccino, al cappellino , al mocaccino o al mocaccione...insomma paese che vai colazione che trovi!

E poi c'è quella morbida, quella croccante, quella della sposa, quella con lo strutto, quella con l'olio,ecc.

Comunque sia da quando vivo qui in Abruzzo ho sempre cercato la ricetta ideale delle pizzelle, eh si! Qui ogni famiglia ha la sua e alcune sono segretissime...addirittura ogni famiglia dovrebbe avere il ferro per cuocerle con le iniziali...insomma na' roba complicatissima.

Io che sono "forestiera" più modestamente ho acquistato la mia seconda piastra-la prima mi ha abbandonato dopo aver fatto da cavia a tutti i miei esperimenti- per pizzelle a cuoricino , o waffel.

Così mi è toccato ricominciare con i tentativi, stavolta però ho raccolto tutte le ricette trovate su internet e quelle fornitemi da una collega di lavoro e ho provato a capire...cosa cerco nella pizzella perfetta?

  • morbidezza
  • nessun pizzicore da eccessivo lievito per dolci

concludendo ci ho riprovato per la ....esima volta e (forse ) ce l'ho fatta.

 

  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1 cucchiaio di farina
  • 1 cucchiaio di olio di semi
  • buccia grattugiata di limone bio
  • lievito per dolci la punta di un cucchiaino, anche meno

Lavorare il tuorlo con lo zucchero, unire la farina e il lievito, l'olio e l'albume montato a neve.

A piacere si può aromatizzare con l'Aurum (liquore all'arancia).

La consistenza è piuttosto liquida, versarne due cucchiai nel ferro e cuocere per il tempo di un un'Ave Maria, come recita la tradizione.

 

Io ho raddoppiato le dosi e me ne sono venute cinque.

MTC n.33: Il Tema del Mese- Colazione da Me!
Commenta il post

Giulietta | Alterkitchen 10/10/2013 17:19

Io le ho sempre mangiate aromatizzate all'anice.. buonissime!!

FrancyBurroeZucchero 10/10/2013 13:58

Si cuoceranno in un Ave Maria, ma son sicura che si mangiano nel tempo che ti fai il segno della croce!! che delizia!!!!

loredana 10/10/2013 15:57

Cotte e mangiate, in un batter d'occhio! ;)

Eleonora 10/10/2013 10:40

quindi sono diverse dalle ferratelle.. sono piú simili ai waffles d'oltralpe da quel che mi sembra di intuire.. e mi sa che rispetto alle ferratelle per fare queste meraviglie si usa il ferro con le scanalature più profonde.... mi fai venire voglia di correre a comprarlo!!

loredana 10/10/2013 15:56

Si, Eleonora, quelle morbide sono soffici al punto da poterle arrotolare, esistono anche quelle croccanti, ma le più gettonate al mattino nei bar sono quelle arrotolate con la nutella!

Elisa 10/10/2013 09:35

Nostalgiaaaa! Ora provo a farle anche con la tua ricetta :)
Grazie!

loredana 10/10/2013 15:55

Mandami anche quella tua, di famiglia, ne ho almeno altre 20 versioni.

Roberta 10/10/2013 08:37

Fra i tesori custoditi dalla casetta francese, ho trovato anche un ferro da gaufres in ghisa del 1930 e appena torno mi metto all'opera....

loredana 10/10/2013 15:55

Chissà che meraviglia, aspetto le foto e il risultato!