mtc n. 34: la cucina del bosco- il budino di nocciuole

BUDINO COLLAGE1

Ce l'avete, voi, il ricettario della trisnonna? Uno di quei quaderni scritti riforosamente a mano, con la scrittura fine dei pennini, un'ombra della carta assorbente che si alterna a qualche macchiolina sospetta, sulle pagine più consultate, ovviamente ingiallite e che, nel corso degli anni, si maneggiano con sempre maggior cura?

Cristiana, donna fortunatissima, lo ha. Ma siccome è anche donna generosissima, ha deciso di metterlo a disposizione dell Community, per chi volesse attingere da lì per sviscerare i sapori e i profumi della cucina del bosco. Lei dà il "la" con questo budino di nocciuole, la cui preparazione è trascritta integralmente, nella lingua e nelle tecniche di una volta, quando il sole e l'olio di gomito fungevano da essiccatori e minipimer , con risultati che non avevano nulla da invidiare a quelli ottenuti con i potenti mezzi della scienza e della tecnica. E magari, chssà, erano anche più buoni....

 

BUDINO DI NOCCIUOLE

di Cristiana- Beufalamode

 

Latte decilitri 7 - uova 6 - Nocciole sgusciate grammi 200- zucchero grammi 180 - savoiardi grammi 150 - burro grammi 20 - odore di vaniglia

Spellate le nocciuole nell'acqua calda e asciugatele bene al sole o al fuoco, indi pestatele finissime nel mortaio collo zuccaro versato poco per volta. Mettete il latte al fuoco e quando sarà entrato in bollore sminuzzategli dentro i savoiardi e fateli bollire per cinque minuti, aggiungendovi il burro. Passate il composto dallo staccio e mettetelo al fuoco con le nocciuole pestate per sciogliervi dentro lo zucchero. Lasciatelo poi ghiacciare per aggiungervi le uova, prima i rossi, dopo le chiare montate, versatelo in uno stampo unto di burro e spolverizzato di pan grattato, che non venga del tutto pieno e cuocetelo in forno e servitelo freddo.

mtc n. 34: la cucina del bosco- il budino di nocciuole
Commenta il post

Ale only kitchen 11/14/2013 18:08

Il quaderno della trisnonna non ce l'ho, ma quello della nonna e della mamma sì, e li custodisco con amore. Grazie per questo delizioso dono, le nocciuole sono la frutta secca che preferisco, in assoluto :-)

cristiana 11/16/2013 02:03

Con questo devo farci un pò attenzione perché sta cedendo, mi sa che gli toccherà un passaggio dal rilegatore!

cristinag 11/14/2013 08:56

piatto commovente!

cristiana 11/16/2013 02:02

...addirittura!

FrancyBurroeZucchero 11/14/2013 08:36

Cara Cristiana, tientelo stretto quel ricettario, è un vero tesoro! a casa mia usavano si vede solo foglietti volanti (a partire da mia nonna e mia zia) loro non ci sono più, a mi rimane una scatola di latta piena di foglietti con ricette più che scritte, appuntate. Questo budino è una favola, anche leggere la ricetta ti mette voglia di provarlo. La foto non lascia dubbi sulla sua bontà! grazie infinite per averlo condiviso con noi!!!

FrancyBurroeZucchero 11/14/2013 08:34

Cara Cristiana, tientelo stretto quel ricettario, è un vero tesoro! a casa mia usavano si vede solo foglietti volanti (a partire da mia nonna e mia zia) loro non ci sono più, a mi rimane una scatola di latta piena di foglietti con ricette più che scritte, appuntate. Questo budino è una favola, anche leggere la ricetta ti mette voglia di provarlo. La foto non lascia dubbi sulla sua bontà! grazie infinite per averlo condiviso con noi!!!

cristiana 11/16/2013 02:01

...diciamo che da mia nonna in giù l'andazzo è lo stesso: foglietti, scontrini, pezzi di giornale con scritti ingredienti e dosi...eppure quando cerco una ricetta la trovo subito!

Paola 11/14/2013 08:19

Ma che meraviglia. Io non ho un libro scritto da una trisavola, nemmeno quello scritto dalla nonna a dire il vero. Si tramanda tutto a voce. E' bello però ritrovare la calligrafia dei propri cari, ad anni di distanza, e poter provare gli stessi loro sapori :)

cristiana 11/16/2013 02:00

Questo della trisavola ha anche un titolo (non ridere!): "Il mio D'Annunzio" (un pò megalomane...), ho anche un diario di mia nonna...me è complicatissimo perché in realtà le pagine sono bianche e straborda di foglietti di ogni tipo con scritti gli ingredienti ma senza il nome della ricetta...cri