Contro la pastasciutta: il Manifesto della cucina futurista La pasta, si sa e in questi giorni qui all’MTC l’abbiamo visto, è un caposaldo della cultura gastronomica italiana. Forse non ne possiamo vantare l’esclusiva dell’invenzione, ma è indubbio che rappresenti perfettamente la nostra cultura, tant’è che è diventata un vero e proprio simbolo per parlar di noi, una sorta di stereotipo per definire l’Italiano. Questo fatto è talmente accettato da tutti, che sarebbe impensabile affermare il contrario.... Continua a leggere...»

foto di SaporidiElisa In origine, il titolo di questa rubrica sarebbe dovuto essere "metti un celiaco a cena": l'avevamo pensata come una sorta di prontuario, modulato sulla sfida del mese e destinato a chi deve destreggiarsi con una cucina priva di glutine o di altri elementi soggetti ad intolleranze. Tuttavia, non eravamo convinte. E non perchè il titolo, in sè, avesse qualcosa di sbagliato, tutt'altro: ma quando si pensava alle celiache dell'MTC, la stonatura si avvertiva. Perchè la realtà che... Continua a leggere...»

Sono mancata a diverse puntate dell’MTChallenge e me ne dispiace immensamente. Non sono scomparsa solo estremamente incapace e colpevolmente in ritardo cronico. Se solo sapeste quante volte mi sono ritrovata a fine mese senza neppure rendermene conto …!!! In genere cominciava così: che bella ricetta ora la provo subito!!! La facevo e veniva regolarmente divorata da tutti tra gnam e grunch senza fare le foto (in genere era sera e la luce, il tempo, e forse anche la fantasia mancavano). " Non importa... Continua a leggere...»

Mangiato bene?Fatta la pennichella?Preso il caffé? E basta coccole, che il viaggio è ancora lungo e finisce che non si arriva, giù giù in fondo alla nostra Penisola, che a mano a mano che si procede verso Sud, si trasforma in una specie di giungla, con simil pici a fare da liane, a conferma di una tradizione antichissima, che già in epoca rinascimentale trovò una sua codificazione nei trattati di cucina, quale piatto trasversale, capace di fare la sua figura sulle tavole dei ricchi e di saziare gli... Continua a leggere...»

La nostra "Pausa pranzo" ci porta in quelle Marche che, assieme all'Umbria e alla Romagna, offrono gli esempi più numerosi di formati di pasta apparentati coi pici del vicino Senese. La scelta del menu, però, si basa sulla differenza: i Pencianelli sceltia dalla nostra ostessa, infatti, sono a base di pasta lievitata, identica a quella che si usa per fare il pane: ed è probabile che proprio dagli avanzi del pane provenga questo piatto, tipica espressione della cucina povera e di quel "non si butta... Continua a leggere...»

Indipendentemente dalle dispute degli storici, è un fatto assodato che l'Italia sia la patria della pasta per antonomasia e basta fare un salto all'estero per rendersene subito conto. Siam quelli degli spaghetti, delle lasagne, dei "macaroni" e anche se gli stereotipi stan sempre stretti, affannarsi a negarli, in questo caso, è fatica sprecata. Anzi, peggio: inutile.Intanto, perchè significherebbe negare una tradizione illustre, che tanto ha dato e tanto darà alla nostra gastronomia, ora et semper,... Continua a leggere...»

Impastare della farina di grano con dell’acqua e un pochino di sale. Lavorare bene il composto, stendere e formare delle lunghe strisce di pasta dal diametro piuttosto spesso, per ottenere dei… pici toscani? No! Degli udon giapponesi!! Ebbene sì, tutto il mondo è paese, e gli udon , tradizionali noodles di farina di grano, poco differiscono dai nostri pici, protagonisti dell’MTC di Gennaio capitanato dalla Patty, se non per il fatto che per impastarli si usano i piedi. La pasta degli udon è piuttosto... Continua a leggere...»

Ottenere le paste colorate a partire da ingredienti naturali non è difficile: le nostre nonne lo facevano da sempre ed è alla loro sapienza antica che attingo. Non provo neanche a coprire l'intero spettro dei colori esistenti in natura: tratterò solo di alcuni colori e gli ortaggi per ottenerli, sapendo già che la fantasia di noi Emmetichallengers non ha confini e che di sicuro troverete delle soluzioni spettacolari. La prima cosa da tenere presente nel preparare un impasto colorato è la proporzione... Continua a leggere...»

L’invenzione della pasta: una curiosità da collezionista . Chi ha inventato la pasta? Il tema è molto dibattuto e molti storici hanno cercato di venirne a capo, anche se sostanzialmente, come sostiene lo storico ed economista Giovanni Rebora parlando dell’origine e delle varianti di questo diffusissimo alimento: “ La genesi di tutte queste cose è molto antica, ma per ciò che riguarda l’alimentazione non hanno importanza le notizie sulla ‘nascita’ di un cibo, che sono curiosità da collezionista, ma... Continua a leggere...»

La Tecnica Adesso che abbiamo l’attrezzatura e gli ingredienti giusti possiamo cominciare a impastare. Setacciare la farina (se usiamo un mix di più farine mescoliamole prima con un cucchiaio e setacciamole due o tre volte, per mischiarle bene tra loro), formare la fontana sulla spianatoia, distribuire un pizzico di sale (solo un pizzico!) lungo i bordi della fontana e versare quasi tutto il liquido nell’incavo al centro. Aiutandosi con una forchetta cominciare a incorporare piano piano la farina... Continua a leggere...»