MTC n. 31- La Belle Epoque delle Insalate: la Alice di Escoffier

IMG_6308

credits: Cristiana- Beufalamode

di Cristiana- Beufalamode

La Belle époque è un periodo strano e trovo interessante sia stato scelto in questo particolare momento storico.

Luci, sfavillii, acconciature, vestiti su misura, chamapagne, tartufo, musica, Caffè…tutto “spinto”, una gran fame di vita, di gioia, di divertimento…un continuo scoprire da parte della classe borghese del proprio potere, del proprio fascino...delirio di onnipotenza…in realtà è un camminare sul filo del rasoio…pochi anni e scoppia la Prima Guerra Mondiale…lo champagne viene messo in cantina e i lustrini negli armadi…E ora? Non vi sentite un po’ tutti sul bordo di un precipizio??? Peccato che abbiam perso la gioia di vivere, la spensieratezza e forse anche l’ironia di quel periodo…esclusi i presenti!! Noi si che gioiamo: W l’effimero, W questa mela belle époque…non più di una perché, pur avendola immersa nel limone, son dovuta andare alla velocità della luce per evitare l’effetto giallo…cri P.S. Per la palline di polpa…belle, eh??

 

IMG_6316

credits: Cristiana- Beufalamode

Dice Escoffier: Scegliete delle belle mele, bianche e rosate, di grandezza media; tagliatrne orizzontalmente dalla parte del peduncolo una fetta di 3 cm di dm e conservarla, per poterla utilizzare a mo' di coperchio. Scuotare le mele con l'aiuto di uno scavino, lasciando soltanto uno strato sottile di polpa sotto la buccia- e sfregarne l'interno con del limone, permantenerlo bianco.

Preparare quindi, in quantità uguale e sufficiente per guarnire l'interno delle mele

- palline di polpa di mele della grandezza di un pisello sagomate con l'apposito utensile (mi raccomando: misuriamo col calibro , se son più grosse non van bene)

- ribes rosso sgranato

- mandorle fresche tagliate sottilissime o gherigli di noci.

Al momento di servire, aggiungere della panna leggermente salata e acidulata con del succo di limone; mescolare il tutto, tiempire le mele e sistemare su ciascuna il proprio coperchio. Disporle quindi a corona su uno strato di ghiaccio tritato a neve e sistemare tra mela e mela una metà o un quarto di cuore di lattuga

Cristiana- Beufalamode

 

 

 

Commenta il post

cristinag 06/22/2013 20:47

Ullalà! Escoffier?! Non sei riuscita a lazializzarlo? ;-)

cristiana 06/21/2013 17:08

Sto volando ad un matrimonio: W l'amore e chi ha ancora la fantasia di sposarsi!!! Grazie a tutte...un bacio cri

Andrea 06/21/2013 13:56

Che meraviglia! Da gustare per tantissime occasioni: insalata, dessert, stuzzichino, ecc. ecc. :-))

valeria 06/21/2013 12:08

Sembra un dessert da quanto è bella :-)

Mapi 06/21/2013 11:37

Cristiana, solo tu avresti potuto fare un'insalata di mele così perfetta evitando l'ingiallimento!!!
Complimenti per la realizzazione e per il post, che ha reso alla perfezione il mood dell'epoca. :-)