Les articles avec le tag mtc n. 28

credits: Flaminia Lucarelli Fra le grandi eredità che rendono unica la cucina spagnola, spicca in modo particolare quella ebraica: i primi insediamenti degli Ebrei nella Penisola iberica sono infatti piuttosto antichi (II secolo) e molto lunga fu la loro permanenza in queste terre, anche se fra moltissime difficoltà: la legge romana aveva impedito loro di possedere schiavi, precludendo quindi l'accesso all'unica vera fonte di ricchezza di quegli anni, vale a dire la terra. Di conseguenza, gli Ebrei... Continua a leggere...»

La fideuà con Agristada di Anne Ve potessino, si può dire? Perchè è questo quello che ci è venuto in mente nelle ventiquattr'ore che hanno concluso la sfida, quando avete deciso di aprire il fuoco della fideuà, in un crescendo senza fine che ci ha lasciate stordite, sorprese e sempre più entusiaste di questa community che mai si arrende e mai si abbatte. Una sfida nel segno del "mai", anzi, nel segno di Mai, questa nostra vulcanica e generosa amica che ci ha regalato una delle sfide più emozionanti... Continua a leggere...»

credits: Valentina Orlando- Sediamoci in cucina Per quante dominazioni si siano succedute in Spagna, nessuna di esse è riuscita ad estirpare l'olivo. Anzi, semma, col passare dei secoli, la sua coltura è stata incentivata in molti modi, parallelamente al consumo dei suoi frutti, sotto forma di olio o di olive, da sempre uno degli assi portanti della gastronomia del Mediterraneo. Lo dimostra la pasta di olive, una preparazione diffusa con nomi diversi lungo tutte le coste di questo mare, dalla Tapenade... Continua a leggere...»

Prendete uno scrittore catalano, ironico, divertente, autore di una serie di romanzi polizieschi ambientati a Barcellona. Aggiungeteci che, oltre a scrivere romanzi, saggi e poesie, si è occupato sovente di enogastronomia. Prendete il suo personaggio, José “Pepe” Carvalho Touròn, nato in Galizia e trasferitosi a Barcellona, ex comunista militante durante la lotta al regime franchista, ex agente della CIA ed infine investigatore privato. Aggiungete un aiutante, Biscuter, che è anche un ottimo cuoco.... Continua a leggere...»

La coca come ben racconta la Mai é il pane piatto e croccante farcito con le verdure típico della cucina catalana, che emigra anche verso le Baleari e crea una cucina mista con delle peculiaritá tipiche delle isole che ovviamente esaltano gli ingredienti locali , come nel caso della caldereta de langosta che nasce dall’abbondante presenza (una volta) di aragoste nel mare che circonda Menorca. La legenda vuole che anche la maionese sia nata a Menorca, grazie all’assedio ai francesi a Mahon e un cuoco... Continua a leggere...»

Credits: Simonetta Nepi- Glu.Fri Coca de San Juan Gloria a Dios en las alturas, recogieron las basuras de mi calle, ayer a oscuras y hoy sembrada de bombillas. Y colgaron de un cordel de esquina a esquina un cartel y banderas de papel verdes, rojas y amarillas. Y al darles el sol la espalda revolotean las faldas bajo un manto de guirnaldas para que el cielo no vea, en la noche de San Juan, cómo comparten su pan, su tortilla y su gabán, gentes de cien mil raleas. Apurad que allí os espero si queréis... Continua a leggere...»

Devo averla intenerita, mi sa... con tutti i pagnistei, che non ci sono più gli "anche no" di una volta, intendo. Oppure, è solo il fioretto di Pasqua. Sia quel che sia, questa volta la ricetta della Cristina P. è da noi- e ce la godiamo, come si conviene. Con l'allegria di sempre, quella che le sue versioni trasmettono di solito, e che oggi si arricchisce di una tonalità in più, ambrata, ad essere precisi. Suppongo sia superfluo aggiungere che si tratta di birra, visto che la dimestichezza della... Continua a leggere...»

credits: Arianna Mazzetta- Saparunda's Kitchen Ho quasi timore ad iniziare a scrivere questo post. Andrà sul blog dell’Emmeticì, mica cotiche! E la ricetta è stata già eseguita e pubblicata su MT … per non parlare del fatto che più che catalana è mallorquina ( Gobierno de las Baleares ).Senza tralasciare che anche se eccezionale nel sapore, l’aspetto delle mie ensaimadas è venuto troppo briochoso ( ma esiste questo termine? ) ed in realtà doveva essere questo: Ensaimadacon cabello de angel Sarà che... Continua a leggere...»

Credits: Valeria Caracciolo- Murzillo Saporito ...i cantucci di Spagna. E con questo, ci siamo giocati i Pratesi, i Toscani tutti e pure gli Spagnoli, visto che mai dispute più accese si fecero sulla paternità e sul nome di questi biscotti. Al di sopra di qualsiasi querelle, sta comunque la loro antichità, che si può facilmente desumere dalla ricetta: biscotto di concezione povera, arricchito con la frutta secca, cotto in modo da poter durare per qualche tempo e, anzi, per acquistar sapore col riposo.... Continua a leggere...»

credits: Katia Baldrighi- Pappaecicci Ricordate quello che si diceva qualche giorno fa, a proposito delle innovazoni introdotte dai Romani nella cucina spagnola? E cioè, che furono proprio i nostri comuni antenati a movimentare una dieta ricca di cibi ma povera di fantasia, con la loro passione per le sperimentazioni, per gli abbinamenti estrosi, per i sovvertimenti di abitudini che, se ancora non erano state irrigidite in regole, erano comunque soggette alla legge del codice non scritto- e proprio... Continua a leggere...»